cerca: » vai


AbbonamentoServizi on-lineCorsi
Fotografia dello studio
ConsulenzePromozioni

Abbonandoti a ConsulenzaEspropri.it puoi risparmiare le spese del tuo ente per consulenza esterne, di tipo legale e tecnico, relative ai procedimenti in corso o da avviare per l’acquisizione o l’asservimento di beni necessari per la realizzazione del tuo programma di lavori pubblici. ConsulenzaEspropri.it ti consente di gestire direttamente, tramite il personale in servizio nell’ente, i procedimenti di acquisizione bonaria, di espropriazione o asservimento dei beni necessari alla realizzazione del tuo programma di opere pubbliche. Con l’accesso al sito hai a disposizione puntuali indicazioni operative per l’attuazione dei procedimenti di esproprio e asservimento, schemi di modelli degli atti, schemi di relazioni per la determinazione in tutte le fasi dell’indennità dovuta ai proprietari e, se ne hai bisogno, assistenza specialistica on line. Il sito garantisce ai propri abbonati: - l’aggiornamento, in tempo reale, delle indicazioni operative e dei relativi modelli di atti in caso di novità legislative o giurisprudenziali tramite le Guide Operative - servizio on line “Quesiti” e “Validazione atti”.

Gentili Utenti, vi informiamo che per l'anno 2022 non sono più possibili il rinnovo e l'attivazione di nuovi abbonamenti.

Il sito ConsulenzaEspropri.it porterà a conclusione solo gli abbonamenti già attivi.

 

Approvazione di progetti in Conferenza di Servizio: apposizione del vincolo preordinato all’esproprio e partecipazione dei proprietari
l presente quesito deriva da una richiesta di chiarimento da parte di ATO, propedeutica all’eventuale modifica del testo della determinazione conclusiva di CDS indetta per approvazione, ai sensi art. 158 bis TUAMB, del progetto definitivo di opera pubblica, afferente al SII.
1) Con riferimento specifico... »

Proroga della dichiarazione di pubblica utilità e notifica a proprietari irreperibili
Per la realizzazione di un parco eolico, ex art 12 dlgs 287/2003, occorre procedere all'espropriazione delle aree sulle quali verrà realizzato l'intervento. Nel frattempo è scaduta la dichiarazione di pubblica utilità e la stessa è stata prorogata per due anni. La regione ha autorizzato la società alla... »

Restituzione di beni occupati temporaneamente
In caso di occupazione temporanea è possibile restituire le aree al proprietario mediante la firma del verbale di due testimoni? Qualora un proprietario non sottoscriva tale verbale spesso dipende da lavori di ripristino mal eseguiti dalle imprese appaltatrici o occupazioni di cantiere aggiuntive rispetto... »

02/10/2022
Notifica del decreto di asservimento ad irreperibili
Nell’ambito di procedura di asservimento forzoso ex TUE, dovendosi procedere all’immissione in possesso delle aree interessate dall’opera, la normativa prevede che il decreto di asservimento (art. 23 cm.1 g) sia notificato al proprietario “nelle forme degli atti processuali civili, con un avviso contenente l'indicazione del luogo, del giorno e dell'ora in cui è prevista l'esecuzione (…), almeno 7 giorni prima di essa”;
Ora, poiché tra i destinatari della notifica alcuni soggetti risultano non identificati (a causa di risultanze catastali non aggiornate) o irreperibili (residenza o domicilio non noti), in assenza di precise indicazioni da parte del TUE, si chiede in quale modalità possono essere effettuate tali notifiche, qualora non sia possibile la consegna diretta al destinatario tramite ufficiale giudiziario.
In tale ottica si chiede se, coerentemente con le pubblicazioni previste per le fasi precedenti, sia sufficiente effettuare la notifica dell’avviso di immissione in possesso tramite pubblicazione all’albo pretorio online dei Comuni interessati (comune di esecuzione delle opere e eventuali comuni di nascita/ultima residenza nota dei destinatari), e se sì per quanti giorni consecutivi, o se sia prevista altra procedura equivalente. …»

08/03/2022
Emissione del provvedimento di acquisizione sanante ex art. 42bis T.U.E.: rifiuto dell'indennizzo risarcitorio
Trattasi della fattispecie in cui, in un procedimento di acquisizione sanante ex art. 42bis del T.U.E. è stato emesso e notificato il provvedimento previsto dal comma 1 dell’articolo richiamato con il quale è stato determinato l’indennizzo dovuto, in quantificazione del danno, ai sensi del comma 3 dell’art. 42bis T.U.E. Cosa avviene quando i proprietari rifiutano l’indennità offerta? …»

24/09/2021
Lo spostamento della fascia di rispetto autostradale all’interno dell’area residua non è indennizzabile, ma può rilevare nella determinazione dell’indennizzo, in applicazione dell’art.33 T.U.E.
Corte di Cassazione, sentenza Sezione Prima, in data 30 giugno 2020 n. 13203 …»




Copyright © 2003-2021 ConsulenzaEspropri.it Srl
Realizzazione siti internet Meravigliao.it